Cerca, prenota, accedi. Ad accompagnare il nome della nuova app Eilo (www.eilo.it), disponibile dal 1° giugno, c’è una promessa di semplicità per poter aiutare i cittadini, ma soprattutto ristoratori, baristi, parrucchieri, estetisti, operatori del turismo a gestire le prenotazioni e gli accessi, evitando sovrapposizioni e assembramenti, in questa Fase 2 che li vedrà presto tornare al lavoro dopo due pesantissimi mesi di lockdown. A presentarla, a supportarne l’avvio e a promuoverne l’utilizzo gratuito è la Camera di Commercio di Pordenone-Udine, in collaborazione con Confcommercio e Confartigianato. A realizzarla, il team friulano di Eilo, startup che con il suo amministratore delegato Pietro Antonini ha presentato alla stampa le funzionalità della nuova applicazione, assieme al presidente camerale Giovanni Da Pozzo.

«Dapprima il necessario “fermo” è stato subìto praticamente da tutta l’economia. Ora, nella Fase 2, tante misure di sicurezza e distanziamento sociale vanno a pesare ulteriormente su alcune categorie di imprenditori in particolare. Con questa app speriamo di dare loro una mano a gestire almeno le difficoltà aggiuntive di questo momento, che non sappiamo quanto durerà, e confidiamo di poter alleviare almeno in parte il carico che devono sopportare, immaginando possa essere utile anche nel lungo periodo per organizzare al meglio il lavoro». Commenta così il presidente Da Pozzo l’idea di sostenere l’avvio, fino alla fine dell’anno, di quest’applicazione tramite la Camera di Commercio e le categorie, in modo da rendere la prima sperimentazione priva di aggravi a carico delle imprese.
Per ottenere Eilo è sufficiente scaricare l’app sul proprio smartphone (a partire da giugno, conclusa la fase di test – ora tutte le info su eilo.it). L’utente può scoprire rapidamente quali sono le attività vicine, usando anche filtri per cercare fra le diverse categorie o ricercare l’attività che interessa per nome. Quindi può selezionare il servizio che vuole prenotare, scegliere data e ora e indicare per quante persone effettuare la presentazione. Al momento dell’appuntamento, è sufficiente presentarsi e scansionare il Qr Code all’ingresso del locale per accedere. In questo modo l’imprenditore visualizzerà subito la prenotazione e sarà quindi agevolato nel gestire gli ingressi e le permanenze di persone nel locale, evitando assembramenti. Dalla parte dell’impresa, basta registrarsi sull’app e compilare i dati della propria attività e dell’organizzazione degli appuntamenti, quindi stampare il Qr ed esporlo sull’ingresso.

La potenziale platea di Eilo, dal lato imprenditoriale, è piuttosto ampia e fa riferimento a tantissime attività, bar e ristoranti, parrucchieri ed estetisti, operatori del turismo, uffici di professionisti e negozi in genere. Solo tra bar e ristoranti sono oltre 6.800 le imprese nei territori delle province di Pordenone e Udine potenziali fruitrici, mentre di acconciatori ce n’è quasi 3 mila, iscritti nel Registro imprese dell’ente camerale. Ma la app può interessare come detto un’utenza aziendale più che varia e senza limite di settore.
A spiegare com’è nata Eilo è l’ad Antonini. «La nostra app nasce con l’intento di agevolare imprenditori e cittadini durante la Fase 2 della pandemia. Abbiamo deciso di mettere a disposizione le nostre competenze e le nostre tecnologie per fornire uno strumento semplice ed efficace che sia di aiuto concreto per rispettare le normative e semplificare la vita di tutti coloro che la utilizzeranno». Eilo è una startup innovativa costituita da un team che già da tempo opera nel settore dello sviluppo tecnologico e della digitalizzazione dei processi. La squadra di Eilo è tutta Made in Friuli e ha lavorato intensamente in queste ultime settimane per mettere a punto questa nuova applicazione.

—^—

In copertina e all’interno la videoconferenza alla Cciaa Pn-Ud.

Hits: 59

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento