(g.l.) Prima che scattassero le nuove misure restrittive, richieste purtroppo dalla ripresa pandemica, si erano tenute regolarmente le commemorazioni dell’eccidio di Torlano e dell’incendio di Nimis, stragi consumate nei mesi di agosto e settembre del 1944. Non sarà così invece per il fatto di sangue che il 12 dicembre 1943 si consumò a Nongruella di Cergneu, nel quale furono uccise otto persone innocenti del luogo. Quest’anno, infatti, a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, la cerimonia pubblica commemorativa non si terrà.
Tuttavia, la civica amministrazione, guidata dal sindaco Gloria Bressani, non trascurerà questo 77° anniversario, per cui sabato prossimo, 12 dicembre appunto, si recherà alle 11 nella borgata montana per la deposizione di una corona d’alloro dinanzi alla lapide che ricorda il sacrificio delle otto vittime. La strage, avvenuta tre mesi dopo l’infausto 8 settembre 1943, rappresentò una sinistra premessa proprio di quanto sarebbe accaduto alla fine dell’estate a Torlano e nel capoluogo, quale risposta all’intensa attività partigiana in atto nella zona.

—^—

In copertina, un momento della cerimonia dell’anno scorso presente il sindaco di Nimis Gloria Bressani.

Hits: 237

, , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento