di Giuseppe Longo

Da alcune settimane il Gruppo comunale della Protezione civile di Nimis ha un nuovo coordinatore: è Sergio Meinero che ha preso il posto di Renato Zanatta. E venerdì prossimo, 10 dicembre, dopo le formalità richieste per l’avvicendamento e per il passaggio delle consegne, si terrà la prima riunione, alla quale sono invitati – l’appuntamento è alle 20.30 nella sala consiliare del Municipio – tutti i volontari e gli interessati a questo benemerito servizio, nato in Friuli all’indomani del terremoto del 1976: prima non esisteva in tutt’Italia, per cui la nostra regione si dimostrò veramente lungimirante. Nell’invito formulato dal Comune di Nimis si ricordava che «un volontario della Protezione Civile vuole aiutare la comunità, salvaguardare il territorio dove vive, far parte di un gruppo di persone normali che fanno cose eccezionali, essere formato e pronto ad aiutare in caso di emergenze». In altre parole, «ognuno collabora in base alle proprie esperienze, capacità e disponibilità” perché “sono tante le mansioni che si possono svolgere all’interno del Gruppo: per tutti sono previsti corsi di formazione. Dai corsi di fuoristrada a quelli di elicooperazione, uso in sicurezza di una motosega, a quelli per preservare i beni culturali in caso di emergenza o montaggio tende, sono tanti i modi per imparare a dare una mano». Inoltre, durante la riunione di venerdì saranno illustrate tutte le novità sul funzionamento del Gruppo la cui sede è in via Giacomo Matteotti, di fronte alla ex Latteria.

Volontari davanti alla sede.

Il nuovo coordinatore, Sergio Meinero appunto, era stato nominato ufficialmente con decreto del sindaco di Nimis il 17 novembre scorso, dopo la rinuncia di Renato Zanatta, al quale la civica amministrazione ha espresso riconoscenza per «l’impegno e la dedizione assicurate». Zanatta, «nominato ai tempi dell’amministrazione di Walter Tosolini – ha scritto di lui Gloria Bressani -, si è sempre prodigato al massimo delle sue forze e con grande spirito di servizio per far fronte ad ogni emergenza si presentasse nel territorio del nostro Comune. A lui vanno i nostri più grandi ringraziamenti per il lavoro svolto in questi anni, in particolare gli ultimi, in cui l’emergenza Covid ha colpito anche il nostro paese, creando situazioni nuove da affrontare: sia Renato Zanatta che il Gruppo di volontari da lui guidato non si sono mai tirati indietro per fare in modo che non mancasse ai nostri concittadini, specie anziani, una medicina o la spesa. Siamo sicuri però – ha aggiunto con belle e grate parole il primo cittadino – che la ricompensa più grande per il lavoro svolto per lui sia stata garantita, oltre che dai diversi ringraziamenti ricevuti, dal sorriso di qualche anziano a cui è stato dato aiuto e dal sollievo dei malati a cui è stato prestato soccorso, e anche dalla allegria con cui i bambini, durante il lungo e buio periodo di lockdown, hanno avuto le loro uova di Pasqua, distribuite casa per casa dai volontari. Renato Zanatta continuerà a fare parte, come volontario, della grande squadra della Protezione civile. Gli auguriamo un futuro sereno e un grande successo per le iniziative che vorrà prendere».

Renato Zanatta

Dunque, ora si apre nuova nuova fase, quella appunto con la guida di Sergio Meinero – attivo anche nell’ambito della Croce rossa italiana -, per la nomina del quale «il 15 novembre scorso, i volontari hanno espresso il loro nullaosta». Meinero assume quindi «il ruolo di responsabile e principale referente delle attività dei volontari del Gruppo sia in tempo ordinario che durante le emergenze”. La nota municipale ricorda che il “Gruppo comunale volontari Protezione civile non ha scopo di lucro, è apolitico e persegue finalità esclusivamente connesse alla solidarietà, alla diffusione della cultura della prevenzione ed alla tutela della popolazione e del territorio. Coadiuva il sindaco nelle attività di previsione, prevenzione, soccorso e superamento dell’emergenza. Possono aderire al Gruppo comunale volontari le persone dai 16 anni – quando però minorenni previa assunzione di responsabilità da parte dell’esercente la potestà genitoriale e comunque mai impiegate in attività di emergenza – ed anche coloro che sono iscritti ad altre associazioni di volontariato. Per potersi iscrivere occorre presentare apposita domanda. Ai volontari sono assicurati formazione, addestramento, anche attraverso esercitazioni periodiche, nonché adeguato equipaggiamento, dispositivi di protezione individuale compresi». A Sergio Meinero e a tutti i volontari il sindaco e la sua giunta esprimono «un ringraziamento e l’augurio di buon proseguimento». Con la speranza, è appena il caso di aggiungere, di non aver mai bisogno del loro aiuto in momenti di gravi difficoltà ed emergenza. La loro attività infatti è preziosa già nella vita ordinaria, tante sono le occasioni in cui possono esprimere la loro professionalità e dedizione. E allora tanti auguri di buon lavoro, ma che pure nuove forze, giovani, si avvicinino al Gruppo al fine di renderlo sempre più disponibile ed efficiente a beneficio della comunità. Lo possono fare proprio durante la riunione del 10 dicembre.

L’appello di Comune e Pc di Nimis.

—^—I

In copertina, Sergio Meinero mentre riceve un riconoscimento dal sindaco di Lignano Sabbiadoro Luca Fanotto.

Hits: 1121

, , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento