di Giancarlo Martina

TARVISIO – Solennità dell’Immacolata Concezione, la prima grande festa che a Tarvisio vede protagonista il nuovo parroco, don Alan Iacoponi, che succede a don Claudio Bevilacqua. La Valcanale gli aveva dato, alcuni giorni fa, un caloroso benvenuto in un’affollata Chiesa dei Santi Pietro e Paolo affollata. Il sacerdote, accompagnato dall’arcivescovo di Udine Andrea Bruno Mazzocato, si era presentato ai fedeli annunciando tutto il suo impegno a favore della sua nuova comunità. «La mia speranza – aveva detto – è quella di potere comunicare con tutti voi per crescere assieme. La voglia di imparare il tedesco e lo sloveno ce l’ho, spero che voi mi aiutiate anche in questa mia nuova esperienza. Per me – aveva sottolineato don Alan – questa è la Terra Santa e sono a disposizione di tutte le etnie che compongono la comunità multietnica che mi accoglie». Parole che evidenziano l’umiltà con cui il nuovo parroco si è messo a disposizione delle comunità di Tarvisio e di Malborghetto-Valbruna. Infatti, don Iacoponi sarà la guida delle sei parrocchie di riferimento della Valcanale e del santuario della Madonna del Monte Lussari.

L’ingresso del nuovo parroco…

Molto partecipata la cerimonia religiosa alla quale sono intervenute tutte le autorità e le rappresentanze civili e militari del territorio, anch’esse per sottolineare il benvenuto a don Alan Iacoponi arrivato da Gemona per sostituire, appunto, don Bevilacqua che per motivi d’età si è ritirato nella sua Flaibano. Dalla città pedemontana è anche salita una numerosa rappresentanza con il sindaco Roberto Revelant. E rivolgendosi loro, don Alan aveva espresso parole di gratitudine per la grande collaborazione avuta ed ha tenuto a precisare che il legame con Gemona non si interrompe, “ma si amplia – aveva ricordato – a nuove realtà che spero di servire adeguatamente”.

… e il  suo saluto alla comunità. 


Durante il rito, al sacerdote alcuni ragazzi avevano rivolto un benvenuto in italiano, friulano, sloveno, tedesco e anche in spagnolo – vista l’origine sudamericana del parroco -, un particolare molto gradito da don Alan, che ha avuto in omaggio il pane, i frutti della terra e i quadri di tutte le parrocchie e del Santuario della Madonna di Monte Lussari dipinti dal pittore Carlo Faleschini. Il parroco aveva infine ricevuto il benvenuto da Dario Di Vora, in rappresentanza delle parrocchie, e dal sindaco di Tarvisio Renzo Zanette che ha parlato anche a nome del primo cittadino di Malborghetto-Valbruna, Boris Preschern. “Siamo molto contenti e felici, pieni di fiducia e speranza, pronti ad accoglierlo fra noi – il saluto del sindaco -; siamo aperti e disponibili all’ascolto e alla partecipazione. Totale sarà la nostra collaborazione e il nostro impegno alla sua importante attività pastorale che aspettiamo con gioia di potere condividere assieme”. Un benvenuto molto apprezzato che aveva portato don Alan ad abbracciare il sindaco con grande spontaneità.  E poi non è sfuggito il suo tocco di saluto sulla guancia di ogni fedele al momento della comunione.
Il nuovo parroco, don Gueijman (Alan) Iacoponi, 42 anni, è nato a Quillacollo, in Bolivia, il 28 agosto 1977 ed è stato ordinato sacerdote il 2 agosto 2003 a Cochabamba, la diocesi che ha avuto per vescovo il friulano monsignor Tito Solari. Inserito nella diocesi di Udine il 28 agosto 1018, è stato vicario parrocchiale a Gemona dal dicembre 2013. Ha studiato alla Gregoriana ed ha antenati italiani. Nella sua opera in Valcanale sarà coaudiuvato da altri sacerdoti che operano già nelle comunità e da un diacono. Come detto, prende il ruolo già ricoperto da don Claudio Bevilacqua, 75 anni, che ha lasciato la parrocchia dopo avere servito per 17 anni la comunità cristiana di Tarvisio, facendosi carico anche di tutte le altre realtà della Valcanale a causa della scomparsa, negli anni recenti, di don Dionisio Mateucig, di don Giuseppe Morandini e di don Mario Gariup. L’arcivescovo Mazzocato aveva, appunto, ricordato la grande disponibilità di don Claudio che ha sempre avuto nei suoi confronti e soprattutto l’impegno con cui si è speso a favore delle comunità in cui si è inserito.

In chiesa autorità e folla per accogliere il sacerdote.

—^—

In copertina, don Iacoponi riceve dall’arcivescovo Mazzocato l’incarico ufficiale di parroco della Valcanale.

Hits: 409

, , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento