Nuova boccata d’ossigeno per le Pmi del Friuli Venezia Giulia in questi momenti difficili per l’economia regionale. Passa infatti da 12.462.454 a 16.911.865 la dotazione finanziaria del bando Por Fesr 2014/2020 per la concessione di contributi alle piccole e medie imprese per investimenti, riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, grazie ad un incremento di 4.449.411 euro, approvato giovedì dalla Giunta Fvg su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini. “Con la delibera odierna – spiega Bini, come informa una nota Arc – viene arricchita la dotazione finanziaria del bando a favore delle Pmi grazie ai fondi non utilizzati nel precedente che ha, comunque, interamente finanziando tutti i progetti ammissibili”.

Grazie a questa implementazione e attraverso l’utilizzo di ulteriori 763mila euro frutto di minori spese rendicontate dalle imprese o derivanti da rinunce sullo stesso bando “potremo scorrere la graduatoria che, ad oggi, vede già finanziati 124 progetti sui 402 ammissibili. Potremo finanziare – fa sapere Bini – ancora 60 progetti portando al 45% la percentuale di domande ammissibili finanziate”. “Oggi, su proposta della collega Barbara Zilli – ha proseguito Bini -, sono stati stanziati ulteriori 17 milioni di euro; queste risorse, con successiva delibera che mi impegno a proporre alla Giunta, potranno essere utilizzate per scorrere ulteriormente sia la graduatoria in oggetto sia quella relativa al bando “gemello” concernente gli investimenti in Ict. In tal modo più dell’80% dei progetti ammissibili in graduatoria potranno essere finanziati”.

L’esponente della Giunta Fedriga ha quindi informato in merito all’approvazione della graduatoria unica regionale delle domande ammissibili ai contributi previsti per la realizzazione in Friuli Venezia Giulia di investimenti tecnologici da parte delle piccole e medie imprese, inclusi i liberi professionisti, approvata ad agosto scorso, e sullo scorrimento intervenuto nel mese di ottobre 2019. “Si tratta di contributi a fondo perduto che finanziano progetti di investimento finalizzati ad aumentare la competitività della Pmi con l’introduzione di innovazioni tecnologiche nelle aziende – ha specificato Bini -. I progetti possono prevedere la creazione di nuovi stabilimenti o il loro ampliamento ovvero la diversificazione della produzione o cambiamenti fondamentale dei processi produttivi. Ad oggi sono state presentate complessivamente 445 domande di cui 402 risultano ammissibili”.
Rispetto al bando precedente, la cui graduatoria fu approvata nell’estate del 2017, le domande presentate sono aumentate di oltre il 20%, passando da 367 a 445, con un incremento di 78 domande e, in linea generale, è migliorata la qualità dei progetti presentati con riferimento alla media dei punteggi ottenuti, che era pari a 56,62 punti nel 2017 e risulta nel 2019 essere aumentata a 63,46 punti.

—^—

In copertina, l’assessore regionale alle Attività produttive Sergio Bini.

Hits: 85

, , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento