«Superato il termine stabilito per la messa in regola, se la Tundo di Lecce non è ancora in grado di esibire la documentazione ufficialmente richiesta, l’Amministrazione regionale è intenzionata a revocare l’affidamento per il trasporto scolastico che interessa 9 Comuni del territorio del Friuli Venezia Giulia?». Se lo chiedono, in particolare, gli operatori privati locali del trasporto persone, in primis coinvolti perché dall’inizio dell’anno scolastico stanno coprendo il servizio, in quanto chiamati a sostituirsi all’ultimo momento all’affidatario evitando, in questo modo, che il servizio scuolabus restasse vacante per centinaia di studenti delle nostre comunità.
«Sarebbe surreale se si continuasse a prorogare sine die i termini entro i quali la Tundo SpA dovrà esibire la documentazione richiesta. Perché – aggiunge Luigi Donatone, coordinatore di settore per Confcooperative Fvg – tutte queste proroghe? Perché non rescindere subito il contratto, come richiesto anche da alcuni sindaci che vivono in prima persona il disagio provocato dalla mancata regolarizzazione della ditta appaltante? Se l’affidatario non è in grado di garantire il servizio, gli operatori locali che stanno già oggi garantendo il trasporto (in sostituzione) sono invece pronti».
«Stiamo lavorando dall’inizio dell’anno scolastico, sulla base di contratti di brevissima durata: qualora la situazione lo richiedesse – ecco la conclusione e la proposta di Donatone – e tenuto conto dell’emergenza possiamo subentrare immediatamente».

—^—

In copertina, Luigi Donatone di Confcooperative Fvg.

 

 

Hits: 79

, , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento