Le necessità delle persone nel conciliare vita privata e lavoro ed educazione dei figli possono trovare risposta in una serie di contributi pubblici che vanno illustrati a tutti. Da qui lo spunto per il nuovo incontro “Valorizzazione” nel quadro del progetto Welfare-Valori per il territorio promosso dal Nip – Consorzio per il Nucleo di Industrializzazione della Provincia di Pordenone in collaborazione con la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Assieme ai Comuni del territorio di referenza del Consorzio, domani 14 novembre saranno invitati alle 17.30 nella sala della sede Nip in zona industriale a Maniago i cittadini per presentare i progetti regionali a sostegno delle famiglie all’interno della misura Si.Con.Te. e quelli riguardanti l’acquisto della prima casa e al contributo sport per i propri figli.
La sede del Nip a Maniago.

“In un’epoca – ha commentato il presidente Renato Piazza – in cui diventa sempre più fondamentale trovare un giusto equilibrio tra esigenze lavorative e familiari, poter contare su strumenti e persone che aiutino nei propri percorsi di vita e professionali è fondamentale. Per questo abbiamo dato con piacere il nostro contributo alla promozione e organizzazione dell’incontro, che sposa in pieno gli stessi obiettivi che stiamo mettendo in campo con il nostro progetto di Welfare territoriale: la disponibilità della Regione a venire a spiegare sul territorio le opportunità per i cittadini è in linea con le attività che stiamo sviluppando. Abbiamo scelto il titolo “Valorizzazione” proprio per comunicare che questo è un momento di condivisione aperto a tutti per valorizzare la qualità della vita di ognuno”.
Si.Con.Te. è una misura promossa dalla Regione – anche attraverso sportelli e il numero di telefonico unico 040.3775252 – offre un servizio specialistico di incontro della domanda e dell’offerta nell’ambito del lavoro domestico e di assistenza alla persona (assistenti familiari, baby sitter o colf) nonché consulenze alle famiglie sugli strumenti che facilitano l’equilibrio fra la vita professionale e la vita familiare. Parimenti saranno fornite tutte le informazioni da parte della Regione sulle opportunità riguardanti i contributi per l’acquisto della prima casa e al contributo sport per i giovani.
Sarà anche l’occasione per trarre un bilancio del progetto sin qui. Welfare a oggi ha raccolto l’interesse di circa 40 aziende del territorio: di queste 20 hanno già aderito al progetto, caricando il credito welfare, previsto dalla legge, per 1.342 dei propri lavoratori interessati. Questi dipendenti  possono già spendere il proprio credito welfare tramite l’app e la piattaforma WelfareFVG in più delle 100 attività commerciali e fornitori di servizi che hanno aderito a Maniago, Montereale, Meduno e dintorni tra supermercati, alimentari, farmacie, bar, pizzerie, edicole e altre tipologie di negozi.
“Un’adesione dai numeri interessanti – ha concluso Piazza – che ci convince ancora di più sulla bontà del progetto innovativo che abbiamo realizzato. Il Welfare territoriale offre vantaggi diffusi e immediati, “producendo” benessere sociale che coinvolge tutti gli attori chiamati a partecipare al progetto. Questo è l’anno zero, i veri risultati li aspettiamo per il 2024 ma ci sono già segnali positivi, come evidenziato dai dati”.
Negli ultimi mesi del 2023 e nel 2024 si andrà a implementare ulteriormente l’azione del progetto. In programma infatti una campagna di promozione di tutte le aziende e attività commerciali convenzionate sulle pagine social dedicate al progetto (LinkedIn e Facebook) e sulla cartellonistica. Non mancherà la presentazione del progetto a nuove aziende e agli esercenti dell’Alta Val Cellina, dopo che già la consegna dello starter kit e relativa presentazione è stata fatta a quelli della zona del Maniaghese. Si punterà quindi al convenzionamento di nuovi esercenti e fornitori, nonché all formazione dei dipendenti delle aziende aderenti e la consegna dei relativi vademecum operativi.
—^—
In copertina, il presidente del Nip di Maniago Renato Piazza.

Visits: 7

Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento