di Gi Elle

Non bastava Coronavirus con tutti i disastri che la pandemia sta creando ovunque. In Croazia domenica si è scatenato pure il terremoto, causando danni ingenti anche a Zagabria, la bellissima capitale. Una calamità che ha suscitato emozione in Friuli Venezia Giulia, riportando la memoria di chi ha una certa età a quel 6 maggio 1976 che devastò una vasta area del nostro territorio. E proprio memore della solidarietà ricevuta quasi 44 anni fa da tutto il mondo, la nostra Regione ha subito offerto il suo aiuto alla vicina nazione della ex Jugoslavia.

Le tende destinate alla Croazia.


Così, ieri sera, grazie alla collaborazione del Reggimento logistico Pozzuolo del Friuli di stanza nella caserma Lesa a Remanzacco, è partita alla volta di Zagabria una colonna di cinque mezzi militari pesanti e uno della Protezione civile Fvg con a bordo dodici militari e due volontari. Sono stati caricate sui mezzi 30 tende per allestire 240 posti letto. Ne ha dato notizia – attraverso una nota Arc – il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, precisando che “lo sforzo in questo momento di emergenza nazionale per il Coronavirus si moltiplica e richiede aggiuntive precauzioni per portare soccorso rispettando tutte le norme di igiene e protezione a tutela dei volontari e militari e delle popolazioni”.
“L’impiego di volontari è stato calcolato e ridotto alle estreme necessità – ha spiegato Riccardi – e si compone di un volontario appartenente al corpo pompieri volontari Trieste di madrelingua croata e di un funzionario della Protezione civile di Palmanova che guidano la missione con dieci militari del Reggimento”. E ha aggiunto: “Anche se la nostra regione sta vivendo l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus, il Friuli Venezia Giulia sarà comunque in prima linea verso i territori recentemente colpiti dal sisma che ha interessato la città di Zagabria”.  “Grazie per l’impegno in questa emergenza nell’emergenza. Il Friuli Venezia Giulia, terra che ben conosce la tragedia del terremoto, dimostra ancora una volta la sua forza solidale”,  ha detto l’assessore salutando i volontari e i militari partiti da Palmanova per la missione di aiuto alla popolazione di Zagabria.
Il vice del presidente Massimiliano Fedriga, responsabile appunto della Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, già dalla mattinata di domenica si era messo in contatto con le autorità croate al fine di garantire i soccorsi con i quali far fronte alle prime necessità legate all’emergenza conseguente alle due forti scosse di terremoto che hanno interessato Zagabria. “Come è accaduto in passato per altre simili circostanze – ha aggiunto Riccardi -, anche in questo caso la nostra regione, che per prima ha sperimentato il bisogno di avere un supporto tecnico e logistico in caso di emergenza, è pronta a fare la propria parte. Certamente questo è un momento difficile anche per noi, ma non per questo non tendiamo la mano a chi adesso ne ha bisogno“.

—^—

In copertina e qui sopra tre immagini della partenza ieri sera della colonna.

(Foto Arc Pozzetto)

Hits: 85

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento