di Silvio Bini

Domani 27 ottobre, a Flambro, verrà ricordata “la battaglia che si consumò nella notte fra il 30 e 31 ottobre 1917 e fu fondamentale per rallentare l’avanzata dell’esercito austriaco dopo Caporetto e per riorganizzarsi sul Piave“. Flambro abbraccerà i suoi Granatieri, a 102 anni dal sanguinoso combattimento che costò, al reparto militare, la perdita di 250 soldati.
Per i Granatieri di Sardegna, la battaglia rappresenta una pietra miliare della loro storia e ogni anno l’Associazione Nazionale è presente alla cerimonia che il Comune di Talmassons e il Gruppo Alpini organizzano in ricordo dell’ avvenimento.


Il programma prevede per oggi l’ anteprima con la mostra “Da Flambro a Fiume, l’ Amore per l’ Italia”, opere del concorso artistico per le scuole, sui Granatieri, protagonisti anche nell’ avventura dannunziana di Fiume.
Domani, dopo la Messa, alle 10.30, ci sarà la deposizione delle corone in onore dei Caduti. Seguirà il corteo fino alla Chiesetta di San Giovanni, accompagnato dalla Banda Gioacchino Rossini di Castions di Strada. Nel pomeriggio, alle 17, ci sarà il Concerto del ventennale del Coro Ana di Talmassons, diretto da Francesco Fasso, con la partecipazione del Ventaglio d’Arpe, un’orchestra formidabile, unica nel suo genere, diretta dalla  professoressa Patrizia Tassini.

Ecco il Ventaglio d’Arpe.

—^—

In copertina, Flambro domani rinnova l’omaggio ai Granatieri di Sardegna.

Hits: 81

, , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento