Sì è concluso con successo il centro estivo del Comune di Zoppola affidato anche quest’anno alla cooperativa sociale Il Piccolo Principe. In totale hanno partecipato 90 minori dai 6 agli 11 anni animati da 6 educatrici e 8 giovani volontari aiuto-educatori durante le cinque settimane di attività iniziate il 27 giugno e concluse il 29 luglio. «Un’altra bella estate di divertimento per le nostre bambine e bambini – ha commentato il sindaco Francesca Papais-. Poter dare loro uno spazio sicuro dove potessero sperimentare la socializzazione è stato per l’amministrazione comunale di fondamentale importanza. Un ringraziamento speciale alle associazioni che hanno collaborato attivamente alla buona riuscita di queste settimane insegnando ai nostri ragazzi i valori dello sport e del volontariato, trasmettendo loro la nostra cultura, il rispetto per l’ambiente e delle regole civiche. Bellissime le attività proposte: dalla “caccia al rifiuto” alla realizzazione di meravigliosi murales che stanno rallegrando gli occhi di tutti».


Il tema del centro estivo è stato “Il mondo che vorrei”, dal quale è stato creato lo spunto per tutte le attività che permettessero una riflessione sul tema della libertà, con tanti laboratori all’aperto. Nel portico della scuola elementare è stato creato un angolo di relax e di lettura con dei tappetoni e dipinto un grande cartellone con prato, cielo e fiori. Tra le altre attività, la “caccia al rifiuto” per sensibilizzare al rispetto per l’ambiente insieme all’associazione Ripuliamo Pordenone e la creazione di una capanna con canne di bambù e strisce di tessuto. Inoltre, sono stati restaurati i murales della scuola e ogni bambino ha potuto dipingere il proprio quadro personale con cornice.
«Sono state cinque settimane all’insegna del divertimento e della creatività nonostante il grande caldo – ha spiegato Sandra Crivellaro, coordinatrice del Centro Estate per Il Piccolo Principe – in cui abbiamo potuto proporre tante attività stimolanti, gite, uscite sul territorio, letture emozionali. Tutte esperienze che fanno bene ai nostri bambini. Ringraziamo di cuore i giovani volontari che hanno messo a disposizione il loro tempo affiancando le educatrici».


Durante le cinque settimane di campus si sono alternate diverse associazioni locali: Grava Bike ha proposto percorsi in bicicletta adatti ai più piccoli e per i grandi un’uscita nei percorsi del Cellina, il Centro socio occupazionale per persone con disabilità Il Piccolo Principe di Casarsa ha proposto un laboratorio con semi di fiori, la biblioteca comunale ha ideato un percorso di letture e l’associazione La Sorgente ha collaborato alla realizzazione di un grande mosaico fatto con tessere di mattonelle, offerte anche dai genitori dei bambini frequentanti il centro estivo. Inoltre, è stata proposta un’uscita con la Polizia comunale che ha spiegato ai bambini le buone pratiche da usare per la loro sicurezza e la biblioteca civica ha ideato un percorso settimanale di letture emozionali. I bambini hanno anche potuto partecipare a delle gite: a Frisanco, alle grotte del Caglieron e in piscina.

—^—

In copertina e all’interno attività che hanno animato il centro estivo di Zoppola.

Hits: 109

, , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento