Due milioni di euro per l’indennità a favore dei medici che hanno assunto un collaboratore di studio: questo quanto accordato dalla Federazione italiana medici di medicina generale, maggiore sindacato del settore, con l’assessorato regionale alla Salute del Friuli Venezia Giulia. Il tutto a vantaggio dei pazienti che potranno contare su servizi duraturi nel tempo.
«Un risultato – ha commentato il presidente regionale del sindacato dei medici, dottor Fernando Agrusti – che sblocca anni di indennità per il personale di studio non corrisposte e che è stato reso possibile grazie al lavoro costante e silenzioso della Fimmg e alla preziosa collaborazione instaurata con l’assessore Riccardo Riccardi. Riteniamo questo un importante risultato ottenuto dal nostro sindacato e crediamo che questo sia un ulteriore passo per la riorganizzazione della medicina di famiglia».
Nel ricordare che le altre sigle sindacali non hanno sottoscritto questo accordo, la Fimmg spiega che la precedenza nell’erogazione dei fondi viene data a chi ha già proceduto all’assunzione del personale negli anni scorsi e che quindi sta già fornendo un servizio al cittadino. «Ma lo stanziamento di questi fondi – ha concluso Agrusti – è tale da permettere di soddisfare le richieste anche di altri medici che assumeranno nei prossimi mesi questo personale. Il tutto a vantaggio della popolazione, che grazie anche a questo intervento vedrà la medicina di famiglia sempre più proiettata verso nuove forme di organizzazione che devono prevedere un lavoro in microteam tra medici di medicina generale, specialisti ambulatoriali, personale infermieristico e amministrativo. Il tutto con la possibilità di avere a disposizione la diagnostica di primo livello (elettrocardiografi, spirometri, ecografi, ndr) per semplificare e migliorare l’assistenza alla popolazione».

—^—

In copertina, il presidente regionale del sindacato dei medici, dottor Fernando Agrusti.

 

Hits: 114

, , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento