Nella sala riunioni del Corso di Laurea in Infermieristica dell’Ospedale San Polo di Monfalcone, si sono incontrati i quattro presidenti Opi Friuli Venezia Giulia. Tre dei quali sono stati recentemente rinnovati: Gloria Giuricin per Opi Gorizia, Stefano Giglio per Opi Udine, Luciano Clarizia per Opi Pordenone, mentre per Trieste c’era la neo eletta Cristina Brandolin. Al primo punto dell’ordine del giorno l’elezione delle cariche del Coordinamento regionale Fvg, bloccato da un po’ di tempo. Con la collaborazione dei quattro presidenti provinciali, Luciano Clarizia è stato nominato presidente del Coordinamento. Sarà così possibile ricominciare a lavorare in una regione come il Fvg che, essendo autonoma, necessita di avere una rappresentanza di tipo regionale, questo per dare una rilevanza alla professione infermieristica ed una presenza anche a livello di regione. L’obiettivo principale del ricostituito Coordinamento regionale è di continuare a dimostrare quello che tutti i giorni gli infermieri fanno sul campo, rendendolo visibile alle persone. Si intendono riallacciare rapporti con le associazioni dei cittadini, con le istituzioni e con coloro che, a vario titolo, rientrano nel campo dell’assistenza e della sanità interessando la professione infermieristica.

Il Coordinamento regionale degli Opi ha stabilito di mettere in scaletta da subito i primi incontri istituzionali in modo da far comprendere quali sono i bisogni degli Ordini ma soprattutto i bisogni degli infermieri che si stanno rappresentando. I presidenti hanno da subito messo in programma gli incontri con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali regionali, trattandosi di realtà che devono lavorare parallelamente per raggiugere gli obiettivi più idonei per la professione. Il successivo incontro in programma sarà fatto con i dirigenti infermieristici della regione che rappresentano una parte cardine del sistema. In questo caso l’obiettivo è di riuscire a far comprendere l’importanza dell’Ordine creando delle sinergie virtuose. Grazie a questi incontri, i presidenti ritengono di poter avere un miglior riscontro nei confronti di tutti coloro che rappresentano in Friuli Venezia Giulia. In quanto Ordini di una Regione autonoma, è importante avere un confronto diretto con le istituzioni regionali, i rappresentanti della Regione Fvg e con l’assessore alla Sanità. Questi sono ulteriori incontri messi in programma. Si intendono riprendere anche i rapporti con i rappresentanti delle altre professioni come l’Ordine dei medici, con cui saranno richiesti degli incontri per confrontarsi avviando un dialogo e capire come organizzarsi anche in previsione della prossima fase pandemica.

Il Coordinamento regionale non intende dimenticare una conquista di questa regione, ovvero l’istituzione delle Piattaforme assistenziali che vedono gli infermieri come riferimento dell’assistenza diretta alle persone. La gestione assistenziale completa delle piattaforme viene data agli infermieri che le gestiscono. Sono partite grazie a una legge regionale e sono state attivate in contesti come l’Azienda sanitaria di Pordenone, ma non ancora nelle altre Aziende Fvg. I rappresentanti del Coordinamento regionale intendono promuoverne ulteriormente l’attivazione e la continuità di cui hanno bisogno.

—^—

In copertina, il neo presidente del Coordinamento regionale Luciano Clarizia (Pordenone)
(Foto Nurse24.it)

Hits: 63

, , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento