La cooperativa sociale Il Piccolo Principe di Casarsa della Delizia ha rinnovato le proprie cariche sociali nell’assemblea di approvazione del bilancio di esercizio 2022, guardando al futuro con l’obiettivo di rimanere sempre al fianco delle persone e rispondere ai loro bisogni nel territorio in cui opera. Riconfermato presidente Luigi Agostino Cesarin che avrà al suo fianco Chiara Muccin e Luca Luison in qualità di vicepresidenti, Paola Ferracin e Sara Cristante come consiglieri.
“Il 2022 è stato un anno positivo di ripresa – afferma il presidente Cesarin –, in particolare per il nostro settore Produzione e servizi alle imprese che ha registrato un incremento del +28% di fatturato rispetto all’anno precedente. Positivo anche per il numero di beneficiari dei servizi socio-educativi che sono stati ben 4.249: si tratta di bambini, giovani, persone con disabilità, immigrati, persone con disagio sociale che hanno beneficiato di uno o più servizi proposti dalla nostra cooperativa sociale”.
La fotografia della cooperativa sociale Il Piccolo Principe vede 96 soci di cui 13 nuovi. Una cooperativa al femminile visto che per la maggior parte, 50 persone, si tratta di donne. Al 31 dicembre scorso, i lavoratori occupati erano ben 132. Le persone sono al centro della mission della cooperativa, tanto che nel 2022 ha potuto contare anche sul supporto di 148 volontari di cui 16 sono soci volontari, 121 volontari esterni, 5 del servizio civile universale e 6 del servizio civile solidale. I maggiori beneficiari dei servizi socio-educativi dedicati ai minori, giovani, disabili, ecc. sono per la maggioranza (2.535) le bambine e i bambini dai 6 ai 14 anni.
Infine, sono stati 34 i lavoratori svantaggiati e 89 le persone coinvolte in percorsi di inserimento lavorativo. Tra questi, 11 le persone assunte grazie ai percorsi di inserimento lavorativo di cui tre sono le assunzioni interne alla cooperativa sociale e 8 quelle esterne.

“Una cooperativa, la nostra – ha spiegato Cesarin – fatta di tante anime diverse e tanti servizi per la comunità”. Infatti, all’interno della cooperativa sociale si possono distinguere: la fattoria didattica e sociale La Volpe sotto i Gelsi dove si pratica agricoltura sociale, con il suo garden, gli orti di Torrate e le squadre dei terzisti, il Centro Socio Occupazionale per persone con disabilità, la nuova Uet Il Casale, il servizio di Sostegno socio educativo pomeridiano (doposcuola), i centri estivi e i servizi scolastici, i Servizi per i giovani (dai progetti giovani ai consigli comunale dei ragazzi, dai laboratori di prevenzione agli sportelli di ascolto per adolescenti), La cucina delle Fratte con la preparazione di pasti per la collettività ed Equosolda Fvg distributori di bevande calde e fredde, snack etici e solidali, i servizi per le aziende e l’integrazione lavorativa (con lavorazioni di assemblaggio meccanico e confezionamento), il Servizio di accoglienza richiedenti asilo e l’accoglienza in emergenza di profughi ucraini, la Casa mamma-bambino e La Bottega Il Piccolo Principe, con i prodotti del commercio equo e solidale, le bomboniere solidali, prodotti etici da cooperative sociali.

“Ringraziamo tutti i nostri lavoratori per l’impegno e la partecipazione alle attività, non ultima all’assemblea sociale (l’80% era presente) e – ha affermato Cesarin – in particolare rivolgiamo un ringraziamento speciale a Elisa Paiero e Giacomo Trevisan, consiglieri uscenti e a Paola Ferracin che lascia la vicepresidenza dopo quattro mandati. Siamo certi che il nuovo consiglio d’amministrazione manterrà vivi i sogni e l’idealità originaria della nostra cooperativa sociale che si prefigge da sempre di mettere al centro le persone, con i loro bisogni, orientandosi al futuro e facendosi carico di nuove sfide per assicurare la continuazione di tutti i servizi che negli anni sono stati attivati e che sono una risorsa e un punto di riferimento per tutto il nostro territorio. Per questo motivo – ha concluso il confermato presidente – rivolgiamo un appello a devolvere il 5 per mille alla nostra cooperativa: un gesto per dare valore alle persone che abitano sul nostro territorio, sostenere progetti per la crescita dei giovani, dare il proprio contributo a creare un lavoro equo a chi si trova in situazione di svantaggio sociale, aiutare le famiglie che frequentano il Servizio di sostegno socio educativo pomeridiano o dare supporto educativo a persone con disabilità”.

Per devolvere il cinque per mille a Il Piccolo Principe di Casarsa della Delizia è sufficiente firmare nell’apposito spazio sulla dichiarazione dei redditi indicando il codice fiscale 01133140937.

—^—

In copertina, il presidente Cesarin con il nuovo consiglio di amministrazione della cooperativa sociale casarsese.

 

Visits: 10

, , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento