di Silvio Bini

Due anni di pandemia hanno spesso messo in crisi lo sport, in particolare quello mini, dei bambini che giocano, delle famiglie che partecipano, della gente che ama l’espressione più genuina della competizione. Quando si parla dello sport del rugby, viene spontaneo apprezzarne lo stile, rude e e possente di omoni che sembrano darsele di santa ragione, ma che invece si rispettano e si stimano, fino a riconoscere la sportività come valore fondante. I ragazzini che giocano con la palla ovale imparano soprattutto a diventare veri sportivi.
Il Rugby Udine Fvg è una società che ha dato molte soddisfazioni ai suo fan, con la sua partecipazione ai campionati di Serie A, ma è fortemente legata al suo settore giovanile e per questo collabora intensamente anche con le squadre regionali. Domani 3 aprile, ore 10, nella ricorrenza de la “Fieste de Patrie dal Friûl”, ritorna la Festa del rugby a Udine. Sui campi di via XXV aprile si aspetteranno oltre 200 giovani atleti provenienti da San Vito, Gemona, Monfalcone, Gorizia, Codroipo e ovviamente Udine per una giornata di divertimento all’insegna della palla ovale. In questa occasione diventa importante la partecipazione fattiva dei genitori, che quest’anno si sono impegnati anche per la ristrutturazione della club house della struttura sportiva.
Il ritorno della Festa del minirugby udinese appare in effetti una speciale occasione, non solo per il futuro dello sport agonistico, ma soprattutto per il senso di comunità che infonde, di sentimenti di amicizia e condivisione di passioni comuni. «La Rugby Udine non solo promuove lo sport del rugby, ma sensibilizza i propri atleti allo studio ed alla laboriosità», dichiarò a suo tempo il presidente Romanello: «è una questione etica, lo sport deve essere un completamento per la formazione degli atleti e non l’unica attività da questi praticata, un giovane sportivo deve essere diligente a scuola, nello sport ed anche ben educato verso le persone e le cose con cui si relaziona».

Hits: 153

, , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from friulivg.it

Lascia un commento